PS5 vs Xbox Series X: Caratteristiche e differenze

Sony e Microsoft si scontrano di nuovo, fra giochi in esclusiva, servizi e specifiche tecniche di PlayStation 5 e Xbox Series X.

2844
PS5 vs Xbox Series X: Caratteristiche e differenze
blobvideo.com
blobvideo.com
blobvideo.com
blobvideo.com

La lotta fra Sony e Microsoft si ripete anche nel 2020, questa volta con lo scontro tra PS5 e Xbox Series X, che includono il massimo della tecnologia disponibile per il gioco su console, grazie anche all’utilizzo di SSD che consentono ad entrambe di ridurre i tempi di caricamento.

Ma le specifiche tecniche sono solo una piccola parte da tenere in considerazione prima di decidere quale console acquistare.

blobvideo.com

Gli accessori, i giochi in esclusiva, le funzionalità ed i servizi online saranno determinanti per individuare quale fra le due soluzioni può soddisfare maggiormente le proprie esigenze.

Qual è la console più potente?

Sia Sony che Microsoft introducono ecosistemi hardware completamente nuovi nel mercato delle console, concentrandosi in particolare su CPU (unità centrale di elaborazione) e GPU (unità di elaborazione grafica), e con l’obiettivo di ottenere una perfetta armonia fra le due componenti.

La CPU di PS5 è un chip 8x Zen 2 Cores a 3.5GHz, mentre la GPU è un 10.28 TFLOPs, 36 CUs (unità di calcolo) a 2.23GHz (frequenza variabile) con architettura RDNA 2 personalizzata.

A questo è associata una memoria RAM da 16GB GDDR6/256-bit.

Per quanto riguarda lo spazio di archiviazione, PS5 monta un SSD personalizzato da 825GB a 5,5GB al secondo, e spazio espandibile tramite slot NVMe SSD oppure grazie al supporto HDD tramite porta USB.

PlayStation 5 Caratteristiche
Il confronto delle specifiche fra PS5 e PS4. Fonte Digital Foundry.

Anche Microsoft ha lavorato per progettare un sistema basato su CPU personalizzata. Su Xbox Series X, infatti, troviamo un 8 core Zen 2 a 3.8 GHz (3,6 GHz con SMT).

La GPU con architettura RDNA 2 personalizzata può gestire 12 TFLOPS con 52 CU a 1.825GHz.

Anche Xbox Series X dispone di 16GB di RAM GDDR6 con larghezza di banda 10GB a 560GB/s, 6GB a 336GB/s.

Per l’archiviazione Xbox Series X include un SSD NVMe personalizzato da 1TB a 2,4 GB al secondo. A questo si può aggiungere 1TB di spazio esterno grazie alla scheda di espansione collegabile alla porta dedicata, oltre al supporto HDD USB 3,2.

Caratteristiche Xbox Series X
Il confronto delle specifiche tra Xbox Series X, Xbox One X e Xbox One S. Fonte Microsoft.

Sulla carta Xbox Series X sembra essere in leggero vantaggio su PS5 per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, anche se la realtà potrebbe essere diversa.

Senza andare troppo nello specifico, il divario tra le due CPU è minimo in termini di potenza, in particolare perché la Series X gestisce 3,6 GHz con multithreading simultaneo per migliorarne l’efficienza. Di conseguenza le prestazioni fra le due console potrebbero essere quasi identiche.

Per quanto riguarda la grafica, invece, la Series X gestisce due teraflop in più, ma resterà da vedere se potrà essere un vantaggio per i giochi multipiattaforma, oltre quelli in esclusiva. I giochi disponibili su entrambe le piattaforme, infatti, saranno limitati da un minimo comune denominatore, quindi bisognerà vedere come saranno utilizzati i teraflop di Xbox Series X.

Inoltre, la velocità delle unità di calcolo potrebbe incidere sulla resa finale. Anche se PS5 ha meno teraflop, ognuna delle sue 36 CU lavora a 2.23GHz, mentre la Series X dispone di 52 CU che lavorano a 1.825GHz.

È difficile prevedere quale soluzione sarà maggiormente performante durante le fasi di gioco.

Entrambe le console supportano nativamente le risoluzioni 4K a 60 frame per secondo, con la promessa di 8K in futuro, e di frame rate fino a 120Hz in alcuni casi. Su questo punto le console sembrerebbero identiche.

L’argomento degli SSD è comunque diverso. Anche se la memoria della PS5 è inferiore per capacità massima (825GB rispetto a 1TB per la Series X), in realtà ha un vantaggio in velocità: l’SSD PS5 può gestire 5.5GHz al secondo, ovvero il doppio dei 2.4GHz al secondo di Xbox Series X. Cosa significa? Vuol dire che PS5 dovrebbe essere in grado di caricare più velocemente.

Entrambi i sistemi continueranno ad accettare supporti fisici. PS5 sarà disponibile al lancio in due versioni: PlayStation 5 (con lettore Blu-ray Disc) e PlayStation 5 Digital Edition (senza lettore, per contenuti esclusivamente digitali).

PlayStation 5 e PlayStation 5 Digital Edition
PlayStation 5 e PlayStation 5 Digital Edition

Xbox Series X, invece, sarà disponibile al lancio in un’unica versione con lettore Blu-ray Disc, ma non si esclude una versione futura completamente digitale, come già fatto con Xbox One S.

Xbox Series X
Xbox Series X

Design ed estetica

Sony offre un design più artistico con una PS5 principalmente bianca, dalle forme fluide e con led interni, mentre Microsoft propone una soluzione più classica e dalle forme squadrate con una Xbox Series X nera che punta all’eleganza.

Controllers

Entrambi i colossi del Gaming utilizzano parole molto diverse in riferimento ai controllers progettati per PS5 e Xbox Series X. Per Sony, è “nuovo”. Per Microsoft, è “accessibilità”.

PlayStation abbraccia il nuovo ed il diverso con DualSense, che propone una nuova tecnologia che promette di rivoluzionare il nostro modo di giocare attraverso una “nuova sensazione di immersione per i giocatori”.

Infatti, oltre alle classiche funzioni cui siamo abituati grazie al DualShock 4 di PS4, il nuovo controller DualSense include la possibilità di chattare con gli amici tramite il controller stesso, trigger adattivi per una maggiore tensione, feedback tattile per il controllo touch ed un pulsante “Crea”, che secondo le promesse di Sony sarà importante quanto la funzione “Condividi” presente su PS4.

Il controller di Series X, invece, è progettato per essere comodo per il maggior numero di persone possibile. Per farlo, le forme sono state arrotondate, le parti attorno ai grilletti sono state leggermente ridotte e le impugnature sono state scolpite accuratamente.

Controller Wireless Xbox Series X
Controller Wireless Xbox Series X

Microsoft, inoltre, ha concentrato i propri sforzi anche sulla compatibilità, per garantire che il controller sia utilizzabile tra diverse generazioni di console.

Il controller di Series X offre la possibilità di utilizzare batterie AA. DualSense, invece, è ricaricabile con cavi USB-C.

Ma tutto ciò non significa che DualSense non sarà accessibile, oppure che il controller di Series X non offra nulla di nuovo.

Per quanto riguarda PlayStation, DualSense è stato testato da un’ampia gamma di giocatori in fase di progettazione, con l’obiettivo di poter offrire alti livelli di comfort e grande ergonomia.

Microsoft, invece, sta lavorando per includere una funzione di “condivisione” e nuove funzionalità ispirate ai controller Xbox Elite, con il d-pad che combina diversi stili di gioco.

In altre parole, sono entrambi ottimi accessori, ed hanno anche la loro giusta dose di potenziali difetti.

Il DualSense è più ambizioso, ma resta da vedere se e quali giochi supporteranno le nuove funzionalità a lungo termine.

Per quanto riguarda Serie X, è bello vedere il ritorno di un controller classico, ma potrebbe risultare noioso se totalmente privo di novità.

Servizi

Su PS5 vedremo la presenza di PlayStation Network e PlayStation Plus, ma Xbox Series X verrà lanciata con una piattaforma consolidata, testata e stabile da cui attingere.

Microsoft sa che il futuro dei giochi è nei servizi. In questo settore avrà un chiaro vantaggio, grazie all’enorme investimento effettuato in servizi come Xbox Live, Play Anywhere, Games With Gold e Xbox Game Pass.

In passato la società statunitense ha anche offerto il proprio il supporto a giochi in streaming e servizi in abbonamento di terze parti come EA Access.

Sarà interessante vedere come Sony tenterà di eguagliare la concorrenza.

Realtà virtuale

Se vuoi goderti la realtà virtuale su console devi acquistare una PlayStation. In questo settore la competizione non c’è.

Microsoft ha ribadito più volte la propria convinzione che la realtà virtuale appartenga al mondo dei PC, mentre Sony ha aumentato il proprio impegno nei confronti della tecnologia VR, dopo aver venduto più di quattro milioni di unità dal suo lancio nel 2016.

La realtà virtuale su PS5 sarà disponibile già al lancio della console. Il visore PSVR, già disponibile in commercio per PS4, sarà compatibile anche con PS5, ed una nuova versione del visore potrebbe essere commercializzata in futuro, anche considerata la maggiore potenza offerta del nuovo sistema PlayStation 5.

Retrocompatibilità

PS5 e Xbox Series X supporteranno entrambe la retrocompatibilità, anche se a livelli diversi.

La retrocompatibilità di PS5 consentirà di giocare ad alcuni dei giochi di PS4, con Sony che si sta impegnando in quello che chiama supporto “cross-generation”, ovvero garantire che i giocatori su PS4 siano in grado di giocare in multiplayer online con quelli che utilizzano PS5. Questo, secondo Sony, aiuterà i giocatori a migrare gradualmente sulla nuova piattaforma.

Non si sa ancora nulla riguardo ai giochi per PS1, PS2 e PS3, ma c’è sempre la possibilità che questi possano essere resi disponibili su PS5 tramite un servizio online come PlayStation Now.

Sfortunatamente, non tutti i giochi per PS4 saranno subito disponibili su PS5 e le informazioni disponibili non chiariscono ancora molto al riguardo.

Microsoft, d’altra parte, ha confermato che la retrocompatibilità di Xbox Series X coprirà “quattro generazioni” di giochi Xbox e si sta lavorando affinché i giochi migliori possano essere giocati su Xbox Series X, da quelli per la console Xbox del 2001 fino alla più recente Xbox One.

Inoltre, il Team Microsoft si è impegnato anche per garantire che tutti gli accessori e le periferiche di Xbox One funzionino correttamente su Xbox Series X, senza contare il servizio Xbox Smart Delivery, che consente di riscattare un gioco per Xbox One su Xbox Series X senza doverlo acquistare nuovamente.

In definitiva, Microsoft ha un chiaro vantaggio rispetto a Sony per quanto riguarda la retrocompatibilità.

Esperienza di gioco

La vera battaglia tra PS5 e Xbox Series X sarà sul miglioramento delle esperienze di gioco, concentrandosi su tempi di caricamento, tempi di download e prestazioni dei giochi più grandi e pesanti.

I tempi di caricamento saranno sicuramente ridotti e gli aggiornamenti di sistema saranno molto più leggeri. Per poterlo fare, sia PS5 che Xbox Series X saranno dotate di unità a stato solido (SSD).

Il passaggio dai dischi rigidi meccanici (presenti sulle console attuali) ai dischi a stato solido potrebbe essere la chiave che sblocca il vero potenziale della prossima generazione di console.

Ad esempio, il gameplay trapelato su PS5 dimostra che Spider-Man di Insomniac ha un tempo di caricamento fortemente ridotto, passando dalla media di 15 secondi su PS4 Pro a soli 0,8 secondi su un kit di sviluppo PS5.

Ed anche Microsoft ha recentemente mostrato tempi di caricamento incredibilmente rapidi per la Series X di Xbox.

Come è stato possibile tutto questo? La risposta è semplice.

Quando si fa qualcosa in un gioco, infatti, il sistema estrae le informazioni dal disco rigido della console. Più i giochi sono grandi, oppure migliore è il loro aspetto grafico, e maggiore è la tensione sui sistemi interni per setacciare quantità di dati da estrarre ed allineare.

Gli SSD possono recuperare e ordinare quei dati molto più velocemente.

Le console Current-Gen utilizzano hard disk meccanici 5400 RPM con una velocità di lettura di circa 80Mbps; invece, gli SSD per PC che si collegano direttamente alla scheda madre del computer anziché tramite cavo, possono aumentare la velocità di lettura fino a 3200Mbps.

Secondo Microsoft l’SSD di Series X offre una velocità di lettura fino a 40 volte superiore rispetto a quella della famiglia di sistemi Xbox One. Inoltre, l’unità di archiviazione può anche essere utilizzata come RAM virtuale per aumentare ulteriormente l’accesso ai dati, supportando, quindi, la già impressionante memoria RAM da 16GB.

L’SSD da 825GB di PS5 è ancora più veloce e rimuoverà quasi completamente i tempi di caricamento grazie al suo funzionamento a ben 5,5GHz al secondo.

Videogiochi

La verità è che la battaglia tra PS5 e Xbox Series X alla fine sarà risolta dai giochi resi disponibili durante il ciclo di vita di questa nuova generazione di console.

Questi sono i giochi che al momento sono stati ufficializzati per PS5 e che saranno disponibili per la nuova console: Astro’s Playroom, Bugsnax, DEATHLOOP, Demon’s Souls, Destruction AllStars, GhostWire: Tokyo, Godfall™ , Goodbye Volcano High, Gran Turismo 7, Grand Theft Auto V and Grand Theft Auto Online, HITMAN 3, Horizon Forbidden West, JETT : The Far Shore®, Kena: Bridge of the Spirits, Little Devil Inside, Marvel’s Spider-Man: Miles Morales, NBA 2K21, Oddworld Soulstorm™, Pragmata, Project Athia (titolo provvisorio), Ratchet & Clank: Rift Apart, Resident Evil 8, Returnal, Sackboy A Big Adventure, Solar Ash, Stray, The Pathless, Tribes of Midgard.

Secondo diversi rumors, inoltre, alcuni giochi first party pubblicati tra il 2019 ed il 2020 (Death Stranding, Ghost of Tsushima, The Last of Us: Parte 2 ecc.) potrebbero essere ripubblicati appositamente per PS5.

Per Xbox Series X, invece, oltre ad Halo Infinite  e Cyberpunk 2077, annunciati per il servizio Xbox Smart Delivery, saranno disponibili anche Assassin’s Creed Valhalla, The Medium, DIRT 5, SCARLET NEXUS, Yakuza: Like a Dragon, Vampire: The Masquerade – Bloodlines 2, Scorn, Bright Memory: Infinite, Chorus, Second Extinction, Call of the Sea e The Ascent.

Inoltre, recentemente Xbox Game Studios ha raggruppato otto studi indipendenti e fondato uno studio nuovo di zecca; mentre altri studi potrebbero avere qualcosa pronto per il giorno del lancio della nuova console Microsoft e che non è stato ancora svelato.

A queste due liste si aggiungeranno man mano altri giochi, soprattutto quelli di terze parti. GTA 5 per PS5, ad esempio, approderà sicuramente anche su Series X, così come vedremo Assassin’s Creed Valhalla anche sulla nuova console PlayStation.

Sicuramente ci vorranno alcuni mesi prima di avere una lista sostanziosa di giochi per PS5 e Xbox Series X, ma di certo arriveranno altre perle di nuova generazione, oltre e ripubblicazioni di giochi di generazioni precedenti e rilascio di vecchi titoli tramite retrocompatibilità.

Cloud

Riguardo ai servizi Cloud è probabile che entrambe le società offriranno servizi limitati al momento del lancio, sviluppando la loro architettura, i data center e le piattaforme negli anni successivi.

Quello che ci si aspetta è un evoluzione della piattaforma streaming PS5 tramite PlayStation Now e Project xCloud.

Per quanto riguarda Microsoft, invece, si sta investendo in qualcosa di molto più grande. Dopo aver propagandato il potenziale della sua piattaforma Azure, e disponendo di piattaforme digitali consolidate come Play Anywhere e Game Pass, oltre all’introduzione di Project xCloud, sembrerebbe che Xbox sia più vicina a rendere il gioco in streaming un modo standard di giocare, con una graduale transizione verso un ecosistema totalmente digitale.

Date di lancio e prezzi

Quando saremo in grado di mettere le mani sulle console di nuova generazione? Ed a quale costo?

Al momento nessuna delle due console ha una data di lancio o un prezzo ufficiale. Sicuramente saranno disponibili entrambe entro la fine del 2020, ed in tempo affinché babbo natale possa farcele trovare sotto l’albero.

Probabilmente potremo mettere le mani su PS5 e Xbox Series X già a novembre.

Appena avremo le date di uscita ed i prezzi ufficiali aggiorneremo questo articolo sul nostro Blog, e daremo il via alle prenotazioni presso il nostro Punto Vendita.

Quale acquistare?

Microsoft ha trascorso anni investendo molto in servizi e tecnologia cloud, il che significa che Xbox Series X è tecnicamente all’avanguardia su questi punti.

Tuttavia, c’è ancora tempo per Sony di uscire allo scoperto e di svelare tutti i suoi piani per la PS5.

Probabilmente è ancora troppo presto per scegliere fra le due console. Il divertimento è solo all’inizio!

blobvideo.com
blobvideo.com
blobvideo.com
blobvideo.com